Frammenti ferragostani di letture amorose

Originally posted on Laboratorio di Tecnologie Audiovisive:

di Roberto Maragliano


messner2Quanto sono diversi la notte infernale sul K2 e quel giorno di giugno nel sole di Roma. Da una parte, a un passo o anche meno dalla morte. E dall’altra, una primavera di vita. Due momenti ugualmente fondamentali per Bonatti nella formazione e nella riaffermazione del suo carattere. Separati da 27 anni: 31 luglio 1954 -2 giugno 1981, l’avventura estrema e l’amore. Che sia anch’esso una grande avventura? Come lo hanno vissuto Walter e Rossana, credo proprio di sì. Impegnati ogni giorno a scoprirsi. A farsi accettare e ad accettarsi. Una simbiosi che colpiva immediatamente chi aveva la fortuna di frequentarli. Così quel 2 giugno, per il Bonatti che ho conosciuto, è valso quanto i migliori dei suoi tanti giorni grandi.

amoreIl giorno dopo l’arrivo della lettera di Ann, Ecrest di colpo e per la prima volta affrontò l’ossessivo interesse del dottor Clark per la mia astinenza…

View original 885 altre parole

Sulla presunta iscrizione di Teti

Originally posted on Rosebud - Critica, scrittura, giornalismo online:

Teti - Fonte Wikipedia Teti – Fonte Wikipedia

di Massimo Pittau. Due lettori mi hanno rimproverato per il fatto che io linguista ho tralasciato di studiare la presunta iscrizione che sarebbe incisa in una navicella di creta rinvenuta a Teti. Ed io rispondo con queste considerazioni: a) Un linguista epigrafista ha come suo primo dovere e interesse a fare l’”autopsia”, cioè la visione personale e oculare di una presunta iscrizione e del suo supporto; b) Data la mia non più giovane età, io ormai mi muovo molto raramente dalla mia sede, che è Sassari; c) Se decidessi di essere portato alla località, nel cui museo è depositata quella barchetta, non sarei affatto sicuro che il suo direttore decidesse di farmela sottoporre ad una autopsia.

View original 151 altre parole

Start School in Style – Organization

Originally posted on Glogster Blog:

Screen Shot 2015-08-13 at 2

Let’s face it, some people are just better at being organized than others. Our students are certainly proof of that, with some taking great pleasure in writing to-do lists and others mumbling homework excuses every single morning. A lot of the time educators attempt to solve these problems by incentivizing organization, offering neon-colored week-planner notebooks and rainbow fine-line pens, in hopes that learners will become excited about color-coding their notes and keeping their files in order. For us adults however, organizational tools lose their appeal all too quickly, often leaving us knee-deep in chaos and deadlines. In the second installment to our stress-free back-to-school series, we explore how Glogster can help you lay out your lesson plans, schedule and more, with enough colour and creativity to help you get excited about planning ahead!

View original 469 altre parole

Wikipedia in classe? Una questione di responsabilità

Originally posted on dei libri passati presenti e futuri:

L’utilizzo di Wikipedia nelle ricerche scolastiche è diventato uno degli argomenti più dibattuti tra educatori e insegnanti. Un interessante articolo su Edudemic mette giustamente in guarda prima di tutto dal manicheismo sempre in agguato e invita a valutare sobriamente i pro e i contro di Wikipedia per trarne poi delle conseguenze equilibrate.
L’articolo non è lungo e invito a leggerlo integralmente, qui ne faccio una sintetica traduzione, accompagnata da alcune riflessioni personali.

I pro
Curatori specifici: Wikipedia assegna la supervisione delle pagine a dei curatori wikipedia-logo-en-bigspecifici, in modo che gli errori siano corretti rapidamente.
I curatori sono inoltre più di uno, quindi i controlli sono fatti da più occhi e ogni eventuale dubbio viene affrontato da prospettive differenti.

Aggiornamenti frequenti: chi usa Wikipedia lo sa bene e spesso si ironizza sul fatto che la morte di qualche personaggio noto è annunciata prima da WIkipedia che dalle agenzie stampa: questo perché ogni…

View original 801 altre parole

Tech Thoughts Net News – Wednesday Edition – August 5, 2015

Originally posted on Bill Mullins' Weblog - Tech Thoughts:

Trust no one: How caller ID spoofing has ruined the simple phone call;   Want Windows 10 to stop tracking you? Now there’s an app for that;  Use Cortana to control your Android phone from Windows 10;  Tor users: Do not expect anonymity and end-to-end security;  LibreOffice 5: The best office suite today won’t cost you a dime;  12 obscure new Windows 10 features that eliminate everyday hassles;  Mac backup basics;  YouTube rolls out an updated video player;  How to install Windows 10 on a Mac;  BitTorrent Sync apps updated with productivity features;  Yahoo’s ads spread malware via hackers, vulnerable Flash;  Netflix Surges 8% To All-Time High;  Xbox One will get a TV DVR feature next year;  14 Optical Illusions That Prove Your Brain Sucks;  Why it’s time to prepare for a world where machines can do your job.

Tech Thoughts Daily Tech News 2Trust no one: How caller…

View original 3.574 altre parole

Tech Thoughts Net News – Friday Edition – July 31, 2015

Originally posted on Bill Mullins' Weblog - Tech Thoughts:

Facebook pushes out Security Checkup tool worldwide;  Can your old PC run Windows 10?  14 Apps to Jumpstart Your College Social Life;  What Businesses Need to Know About Windows 10 Security;  New exploit renders Android phones mute and useless;  KFC’s new mobile gimmick is a photo-printing bucket;  Google Translate app adds 20 more languages;   6 ways to watch televised news without paying for cable or satellite TV;  How to do a clean install of Windows 10;  Windows 10 laptops and tablets: Your upgrade guide;  Top Windows 10 keyboard shortcuts;  Uber wants to recruit your grandma as a driver;  Hacker shows he can locate, unlock and remote start GM vehicles;  Sony has sold 25 million PS4, sales double that of Xbox One and Xbox 360;  Man shoots down drone hovering over house;  Titanfall to get free-to-play version in Asia;  Top Gear’s Old Crew…

View original 4.747 altre parole

Asor Rosa e il Brecht censurato

Originally posted on Rosebud - Critica, scrittura, giornalismo online:

Bertold Brecht Bertold Brecht

di Giuseppe Leuzzi. Asor Rosa lo vuole tribuno: “Mettersi in una tribuna” sarebbe il proprio di Brecht. E negli “elogi” politici, del partito, di Lenin (quello di Stalin è omesso), lo è, temi e ritmi sloganistici, di propaganda. Brecht è propriamente il contrario, uno poco affidabile, troppo pieno di umori, e soprattutto ragionativo. Anche in questa silloge di “poesie politiche” che Enrico Ganni ha enucleato con voluminose censure. Iconografico, essenziale sempre, apodittico , è pur Brecht – qui Asor Rosa ci azzecca: “La forza della persuasione non fonda sullo sviluppo illimitato del ragionamento”. È però vero che la raccolta sembra di voci dall’aldilà, morte. Ingombranti, come si vede. Di più l’introduzione di Asor Rosa, per quanto simpaticamente alla mano.

View original 669 altre parole

5 fumetti per la vostra estate

Originally posted on Laboratorio di Tecnologie Audiovisive:

cover

di Andrea Patassini

Dopo il post di Mario dedicato alle 10 serie tv da vedere questa estate, eccomi a consigliarvi cinque fumetti da leggere sotto l’ombrellone, in montagna o accanto ad un condizionatore se restate in città. Sono fumetti per generi e storie diversi tra loro, ottime per un momento di relax. Se la lettura poi è accompagnata da una buona birra ghiacciata o da un chinotto rinfrescante (qui si tifa per il chinotto, sappiatelo) meglio ancora.

Il porto proibito – Teresa Radice e Stefano Turconi


porto_1

Ve lo dico, sono terribilmente di parte quando si parla della coppia Teresa e Stefano, lei autrice, lui disegnatore, rappresentano uno degli esempi più interessanti del fumetto italiano attuale (date un’occhiata al loro blog). La storia è bellissima, ambientata nei primi dell’800,  e narra di Abel un naufrago che ricorda solo il suo nome, salvato da una nave della marina inglese. Da…

View original 404 altre parole

#Booksound: i libri alzano la voce. Un progetto per le scuole

Originally posted on Federico Batini:

#BookSound i libri alzano la voce

Da un’idea LaAV – Letture ad Alta VoceMarcos y Marcos e libreria Leggere

Per scatenare la passione per i libri usiamo la voce.

E lo facciamo insieme ai ragazzi con un’iniziativa che punta sulla lettura ad alta voce per far scoprire la forza dei libri e il piacere di condividerli.
Per questo #BookSoundsi fa in quattro…

Uno… #BookSound lab – i Laboratori di lettura ad alta voce curati da LaAV nelle scuole. Gli studenti scelgono uno o più romanzi dal catalogo selezionato Marcos y Marcos per ragazzi e accompagnati da LaAV leggono, ascoltano e imparano a dare voce ai libri.

Due… #BookSound live
i ragazzi scoprono il piacere di condividere i libri realizzando “Letture spettacolari e creative” in biblioteca, in libreria, negli ospedali, nelle carceri, nelle piazze o in un altro spazio della propria città.

Tre… #BookSound story – il Contest.

View original 120 altre parole

Promuoviamo l’autostima ,Tag

Originally posted on Opinionista per caso Viola:

image

Ciao amici , amiche e visitatori per caso del mio blog.Ho ricevuto un po di giorni fa un nuovo Tag che si chiama Promuoviamo L’Autostima , che mi piace molto dal blog della mia amica http://evoichenepensate.com che ringrazio <3 .Questo Tag é stato ideato dalla fashion blogger Laura del blog http://bellezzainthecity.com .Le regole sono semplici :

image

1- inserire l’immagine del Tag e citare il blog che ha creato il Tag
2- rispondere a 4 domande
3- taggare almeno cinque bloggers e ringraziare il blog che ti ha taggato
4- avvisare con un commento i blog taggati
Con l’occasione per chi non mi conosce può vedermi nelle foto :-D

Comincio a rispondere alle domande ;-)
Qual’è la parte del vostro corpo che vi piace di più e perchè?
Mi piace solo il mio fondo schiena .Ho 40 anni e cerco di valorizzarla con abiti scollati.Non lo so perché mi piace forse…

View original 127 altre parole

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.632 follower