I MIEI VICINI DI CASA

Mark Mc Candy

Io sono Alberti Fabio e faccio la terza elementare. Una delle maestre che abbiamo, perché ne abbiamo quattro, ci ha dato da fare una composizione (mio padre lo chiama tema ma lui ha quarant’anni ed è molto anziano) dal titolo “Descrivi i tuoi vicini di casa”. La composizione devo portarla dopo le feste di Pasqua. Allora oggi, mentre la mamma prepara il pranzo faccio il tema, come dice papà, così mi tolgo il pensiero.

Svolgimento:

I miei genitori hanno tre  vicini di casa ma non so i loro cognomi. Peró hanno dei soprannomi. Il primo è un signore antico. Lo  chiamiamo Occhio di Lince perchè ha un occhio sempre un pó socchiuso. Mio padre dice che ha un occhio offeso però l’altro no.

Un giorno ero solo a casa ed ha citofonato l’operaio che voleva le chiavi dell’ascensore ma io ho detto che non potevo aprire e che potevano citofonare…

View original post 283 altre parole

Pubblicato da soudaz

Mi piace fare bene ciò che faccio: tra il farlo bene e il farlo male si spende la stessa energia, per cui.... anche se l'errore mio fa parte integrante del mio apprendimento e miglioramento continuo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: