Lontano – Costantino Kavafis — Poesia in Rete

Dire vorrei questo ricordo… Ma s’è cosí spento… quasi nulla resta: lontano, ai primi anni d’adolescenza, posa. Pelle di gelsomino… E la sera d’agosto (agosto fu?)… Ormai ricordo appena gli occhi: azzurri, forse… Oh, azzurri, sí! come zaffiro azzurri. Costantino Kavafis (Traduzione di Filippo Maria Pontani) da “Poesie”, “Lo Specchio” Mondadori, 1961 Costantino Kavafis, […]

via Lontano – Costantino Kavafis — Poesia in Rete

Pubblicato da soudaz

Mi piace fare bene ciò che faccio: tra il farlo bene e il farlo male si spende la stessa energia, per cui.... anche se l'errore mio fa parte integrante del mio apprendimento e miglioramento continuo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: