Un webinar dedicato al coding e al pensiero computazionale a scuola — Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

di Andrea Patassini Giovedì 5 maggio sono stato invitato da eTwinning per un webinar dedicato agli insegnanti per una prima introduzione al concetto di coding e per capire quali possano essere le opportunità che il pensiero computazionale offre nei processi di apprendimento. Si è parlato di coding inteso come pratica, per poi provare a ragionare […]

via Un webinar dedicato al coding e al pensiero computazionale a scuola — Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Annunci

Diario di bordo (3) – Dallo spazio di Hilbert a… c’é ignoranza e ignoranza. — Rosebud – Critica, scrittura, giornalismo online

di Rina Brundu. Sono certa che i più arguti tra i miei quattro lettori avranno notato che a volte riprendo quache argomento da Wikipedia e lo ripubblico quasi uguale. L’ultimo è stato il post titolato “Lo spazio di Hilbert” nella categoria Fisica e Matematica. Perché lo faccio? Perché penso che ci siano concetti che vale […]

via Diario di bordo (3) – Dallo spazio di Hilbert a… c’é ignoranza e ignoranza. — Rosebud – Critica, scrittura, giornalismo online

Approaching Marginalized Populations from an Asset Rather Than a Deficit Model of Education — User Generated Education

Too often marginalized populations (e.g., some populations of people of color, students from lower economic communities) are approached with a deficit model. Attempts are made to instill in these groups of students the skills to make them successful at the Eurocentric education that dominates most schools in the United States. The deficit model of education […]

via Approaching Marginalized Populations from an Asset Rather Than a Deficit Model of Education — User Generated Education

Student Choice and Voice — The Official Voki Blog

Matthew Farber is a middle school social studies teacher in Denville, New Jersey and author of Gamify Your Classroom: A Field Guide to Game-Based Learning (Peter Lang Academic, 2015). He is Voki’s lead ambassador and an active member of the ed tech community at large. His impressive roles include co-host of Ed Got Game on […]

via Student Choice and Voice — The Official Voki Blog

Il peccato di gola: Dante, Bosch, Di Bartolo, Seven e pubblicità _IIIA — Arringo

Originally posted on Arringo: Il peccato di gola e il suo contrapasso è uno dei più difficili da capire, oggi: i vostri commenti al VI canto dell’Inferno sono stati, infatti, questi: “Accidenti, prof, che esagerazione!” / “Ma che hanno fatto di male?” /”Ma allora se mi mangio la Nutella, vado all’Inferno?”😉 . Come vi ho…

via Il peccato di gola: Dante, Bosch, Di Bartolo, Seven e pubblicità _IIIA — Arringo

EDOARDO AMALDI: LA FISICA ITALIANA DALLA RICOSTRUZIONE ALLA FINE DEGLI ANNI 80 . LA NASCITA DEL CERN. — Rosebud – Critica, scrittura, giornalismo online

di Roberto Renzetti. Era il 16 ottobre del 1970. Una persona, definibile anzitutto come Signore, si alzò dal fondo della sala dove era seduto a capo di quel grande tavolo circondato da lavagne. Eravamo in tre davanti a lui, in piedi all’altro capo del tavolo. In mezzo, ai lati del tavolo, quasi tutti i miei […]

via EDOARDO AMALDI: LA FISICA ITALIANA DALLA RICOSTRUZIONE ALLA FINE DEGLI ANNI 80 . LA NASCITA DEL CERN. — Rosebud – Critica, scrittura, giornalismo online

Il Virtual Museum Vallée su fb!

Patuasia News

Una delle tante foto del VMV ora anche su FB! Una delle tante foto del VMV ora anche su FB!

Per voi sto mettendo su fb le immagini del Virtual Museum Vallée, quelle che riguardano la città di Aosta. Il MAO è l’unico museo del Comune, ma nessun assessore si è mai interessato per farlo crescere. La cultura non frega alla politica così come l’identità. Nato grazie all’Europa nel lontano 2005, ora giace immobile, vive ancora grazie ai suoi genitori che lo accudiscono con amore e senza risorse. Ho creato una pagina apposita chiamata appunto Virtual Museum Vallée, dove potete trovare tracce del nostro comune passato. La pagina sarà arricchita progressivamente (lavoro volontario) e spero che anche voi possiate dare una mano inviandomi le vostre foto di famiglia, per creare insieme un grande album di memoria collettiva. Rendiamoci autonomi e indipendenti dalla stupidità dei politici!

View original post

Cose che succedono in rete, se si lavora bene… (questioni di accessibilità)- #edmu14

Blog di Andreas Formiconi

Con Claude ci siamo conosciuti in rete, diversi anni fa. Una volta ci è capitato di mangiare una croque-monsieur ma poi abbiamo continuato, si può dire, a lavorare insieme in rete. Con leggerezza ma in modi utili, laddove ai nostri percorsi tortuosi è capitato di tangersi. E così è successo questa volta. Chi ha partecipato a questa attività di sottotitolazione si sarà reso conto del ruolo importante che ha giocato Claude.

La cosa divertente è che, nell’arruffio disordinato del mio agire, proponendo quest’attività, avevo dimenticato una cosa che in realtà sapevo, e cioè che Claude, dai tranquilli lidi di una città elvetica si ritrova ad essere responsabile del forum d’aiuto di Amara – come spiega nella scheda sottostante.

Distilliamo prima qualche messaggio:

  • in rete si possono sviluppare relazioni umane e professionali importanti
  • in rete chiunque si può rendere utile, creando valore vero, da qualsiasi parte del mondo libero, a qualsiasi…

View original post 669 altre parole

LinkedIn Features The Good Project

Howard Gardner

In September 2014, author and psychologist Daniel Goleman, who wrote the book Emotional Intelligence, publishedan articleon LinkedIn entitled “Starting a New Career? Consider Good Work.”

In this piece, Goleman recounts a conversation that he had with Howard Gardner about finding meaning, enjoyment, and fulfillment in one’s career. Gardner offers job-seekers and those transitioning into new jobs three key pieces of advice:

1. Decide what you would really like to spend your life doing.
2. Think about people whom you admire and respect.
3. Consider where you want to work.

Read the full article, which expands upon these ideas and also references the three E’s (excellence, ethics, and engagement) of theGood Work Project, by visiting LinkedIn today.

View original post

Guerra di posizione per il digitale

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

di Roberto Maragliano

La battaglia campale sul prezzo dell’ebook sembra essersi conclusa (alludo all’armistizio tra Amazon e Hachette, e per chi voglia saperne qualcosa rimando al primo e al secondo post che abbiamo dedicato al tema) ma non credo che subentrerà la pace, al contrario sono più che convinto che ci attende una fase, presumibilmente non breve, in cui prevarrà la guerra di posizione. Ragion per cui è opportuno farsi un’idea più ampia e precisa, almeno rispetto a quelle proposte dalle gazzette, sulla natura della posta in gioco e sulle identità (e gli interessi) dei contendenti. Anche e se non altro perché la questione tocca, e non in modo marginale, il terreno della formazione scolastica e universitaria, dove la dialettica (uso un eufemismo!) tra il cartaceo e il digitale mette in gioco ben altre e ben più complesse questioni, di ordine epistemologico (come organizzare gli oggetti e gli ambienti di studio), di ordine didattico (come gestire gli oggetti…

View original post 588 altre parole