Il balcone di Mark Mc Candy

Mark Mc Candy

Sono sconvolto. Finalmente sono a casa. La signora Lia Morleo del sesto piano ha tentato di sedurmi nel garage. Una signora così distinta, tutta casa e chiesa. Buongiorno e buonasera. Che tempo oggi, sembra che pioverà.  Certe volte ha ritirato anche qualche raccomandata per me. Non ci posso pensare.

Seduto sul divano mi guardo la camicia strappata. Voleva spogliarmi. Come può essere che abbia avuto uno scatto così?

Sono entrato con la macchina come al solito dalla rampa che va giù ai box, ho girato prima a destra e poi a sinistra. Sono sceso per aprire il box e me la sono trovata dietro all’improvviso. Un sorriso strano il suo.

“Signora Morleo mi ha spaventato” “ Ti voglio. Ora” fredda e impassibile. Mi spinge verso l’auto.

“Signora Morleo la prego. Forse non si sente bene, l’accompagno a casa.”

“Mi sento benissimo. Ti desidero da anni. Dovevo solo aspettare di prendere…

View original post 284 altre parole

Annunci