di Raffaele Pisani.

via “MIA MADRE” di Edmondo De Amicis “letta” in napoletano da un vecchio scugnizzo — Rosebud – Critica, scrittura, giornalismo online