Grazie

LABADEC

Saggio breve di Dall’Omo Antonella

“Siamo tutti bravi se lo dice il maestro”-  (Gli stili cognitivi e le difficoltà di apprendimento)

La grande ondata di ricerca pedagogica che ha interessato l’apprendimento/insegnamento  dagli anni ’80  ad oggi ha avuto tra le scoperte più interessanti la teoria degli stili cognitivi.  Così come esistono diverse intelligenze (Gardner), è palese che esistono diversi modi di apprendere, i quali sono legati alla propria intelligenza e al proprio modo d’essere (Sternberg).

L’applicazione di una intelligenza motoria, o estetico-visiva, o linguistica, o scientifica, o naturalistica, o filosofica, o intersoggettiva, o intrasoggettiva, o… mette in moto di per sè  abilità, emisferi cerebrali, difficoltà in atto e conoscenze pregresse.

E’ ovvio che  non esiste una gerarchia di valore, ossia non esiste uno stile che sia preferibile ad un altro, ma esiste uno stile che sia assolutamente da richiedersi in determinate situazioni, o che nella medesima situazione arriva…

View original post 1.430 altre parole