Disegnare, tra infanzia e vita adulta

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

bus_draw Disegno di OLFi

di Andrea Patassini Ho avuto ed ho ancora un rapporto stretto con il disegno e quindi potrei, nelle considerazioni che seguono, essere considerato “di parte” e poco in sintonia con il sentire comune.  Per quanto riguarda il mio caso, tradurre la realtà attraverso la sintesi del tratto di un pennarello o di una matita è un modo per conoscere ciò che mi circonda e allo stesso tempo per imparare ad esprimere ciò che osservo. Per farla breve, prima della scrittura il disegno ha rappresentato per me un canale preferienziale per esprimermi. Non a caso il mio avvicinamento alla lettura è nato attraverso i fumetti. Prima ancora di leggere spendevo parecchio tempo a sfogliare le pagine di Topolino osservando le figure e trovando un senso a quella sequenza di immagini. Poi passavo alla pila di fogli bianchi e iniziavo a disegnare. Cosa? Di tutto. Quello che leggevo, o…

View original post 590 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...