Sulla querelle Fiera di Francoforte si o no e sui “consigli” agli autori digitali di Giulia Beyman autrice autopubblicata che ha venduto più di un Premio Pulitzer.

ROSEBUD - Arts, Critique, Journalism

Screenshot dal Corriere.it Screenshot dal Corriere.it

di Rina Brundu. A proposito della ventilata possibilità che la Mondadori non partecipi alla prossima Fiera del Libro di Francoforte per un problema di ottimizzazione dei costi, il Corriere Cultura riporta il parere dei diversi VIP delle case editrici italiane più note. Tra gli altri, mi sembra interessante l’opinione del direttore editoriale di Feltrinelli Gianluca Foglia: «Ci saremo», avrebbe detto questo dirigente «ben contenti di esserci. È vero che da anni la Buchmesse è sempre meno un luogo di conclusione di affari però continua ad avere un ruolo insostituibile. Le realtà imprenditoriali possono cambiare, ma le persone hanno bisogno di incontrarsi, capirsi, sentire l’atmosfera. Lì c’è una comunità internazionale di amici dove ognuno porta, e fa vedere, la sua mercanzia. La vitalità non è data soltanto dagli affari, ma dalle relazioni. I libri si fanno ancora così».

View original post 666 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...