Speculum Maius

copertina del testo consultatoAvevo desiderio di scrivere un post di fine-inizio anno in questi giorni ma il mio umore, alquanto ballerino, mi ha fatto desistere. Stamattina, come capita spesso grazie a un sodalizio digitale di vecchia data, il mio amico Andreas mi ha regalato un bellissimo trampolino di lancio, grazie alla sua citazione di Peter Senge.

I lettori storici di questo blog (forse) ricorderanno che “La quinta disciplina – L’arte e la pratica dell’apprendimento organizzativo” di Peter M. Senge è sicuramente una pietra miliare della mia formazione sulle organizzazioni (che apprendono e non ;)), tanto importante da aver battezzato il mio primo esperimento editoriale di una collana proprio rifacendomi a un concetto cardine di questo testo: la visione condivisa (1990, pp.237-268).  Al pari di G. Morgan con il suo mitico “Images. Le metafore dell’organizzazione” e “Apprendere nelle organizzazioni – Proposte per la crescita cognitiva in età adulta” di D. Demetrio e D. Fabbri

View original post 593 altre parole