Trasparenze in Canavese

image

Annunci

Dopo i seminari a Torrevecchia teatina e Francavilla (29 e 30 gennaio 2015)

Post seminari del 29 e 30 gennaio 2015

Federico Batini

Salve a tutti e grazie ai tantissimi insegnanti che hanno partecipato ai due seminari di Torrevecchia Teatina (oltre 100) e Francavilla (oltre duecento), in due splendidi scenari, peraltro… rispettivamente al Palazzo Ducale e al Museo Michetti. Ho pensato di riunire in una pagina i principali materiali a cui abbiamo fatto riferimento nei due seminari, rendendone più semplice la consultazione. Rimane inteso che poi ognuno deciderà liberamente se farsi anche propri percorsi di ricerca sia in questo che nei siti di cui fornirò i link e altrove.

Il materiale che avevo preparato su compiti autentici e di realtà: Compiti autentici compiti di realtà

Un intéressante articolo di Mario Castoldi sui Compiti Autentici, con un esempio di rubrica valutativa della competenza collaborativa (clicca).

I Quaderni delle competenze con tutte le unità didattiche complete per l’acquisizione delle sedici competenze di base, scaricabili: clicca qui.

Il portale Loescher delle competenze con miei video, unità…

View original post 98 altre parole

Integrating Edmodo and Google Drive

Integrazione virtuale: Edmodo e Google Drive

amentia verna

This is my first experience of international collaboration between one of my classes and a group of foreign students.

Last September I had the great luck of reading a post by a Greek teacher in one of the Edmodo professional groups I’m a member of. He was looking for a partner for a project on human trafficking. Dimitris Pallas, this is his name, turned out to be a very collaborative partner, indeed a precious one and somebody you can learn from. Together we have been creating a complex blended project which is founded on effective online-only communication between students residing in different countries. An alternative to European Union eTwinning projects, in a way, and so a possible model for inter-continental projects.

This is just to give you the context. The interesting point here – what prompts me to publish this post – is the relevance and possible application of the…

View original post 28 altre parole

3° Premio Patuasia-Artisanat

3° Premio Patuasia-Artisanat

Patuasia News

Terzo Premio Patuasia-Artisanat 2015 Terzo Premio Patuasia-Artisanat 2015

Anche Patuasia, come ogni anno, consegna i suoi premi simbolici alle migliori prime tre opere, esposte nella Fiera di sant’Orso 2015.

Il terzo Premio va allo scultore Roberto Lunardi per “La classe”. Un’opera curiosa, composta da diversi moduli simili legati fra loro da una cinghia di cuoio che permette una chiusura a bozzolo. Ma non è questo il particolare più interessante, piuttosto la reiterazione di un soggetto: la coppia di alunni sorpresa in pose differenti durante una lezione, che determina un insieme piuttosto singolare. Il segno è essenziale, appena abbozzato; l’assenza di cura conferisce ai personaggi una carica espressiva grossolana, quasi primitiva e per questo energica. La semplicità del disegno che corrisponde ai tratti infantili è propria del “fare” valdostano. Una peculiarità che contraddistingue il nostro artigianato da quello trentino più levigato e rispondente alla natura. Da noi si è da sempre preferita l’espressione alla rappresentazione del reale. Purtroppo un linguaggio…

View original post 9 altre parole

Stepping Toward Personalized Learning and a Lesson on Walls… plus a Free Webinar

Stepping Toward Personalized Learning and a Lesson on Walls… plus a Free Webinar

21 st Century Educational Technology and Learning

personal

I want to take a break from my Over 70 STEM Resource Series to have a conversation on Personalized Learning and its relationship to the Walls of education. Please take a moment to read and reflect on my ideas of what Personalized Learning might be and realize that there may be other translations.  I also would like to invite you to a free ISTE OLN Webinar on Personalized Learning with Andrew Miller.  Information on the webinar is below. Also, be on the look out for another series I have entitled the ABC’s of PBL… Investigating Seven Building Blocks! First, to ensure you do not miss a valuable post or other resources covering PBL, Digital Curriculum, Web 2.0, STEM, 21st century learning, and technology integration, please sign up for 21centuryedtech by email or RSS. As always, I invite you to follow me on twitter (@mjgormans). You can also find booking information…

View original post 1.069 altre parole

IA: LE PAROLE DELL’INCLUSIONE: UNICITA’ E SHOAH

Bel lavoro! Complimenti!

Arringo

Parlando di inclusione, di rispetto dell’unicità di ciascuno, delle peculiarità di ognuno di noi, della diversità che ci arricchisce, non potevamo non collegare il percorso sull’inclusione con il genocidio degli Ebrei e la Shoah (che in classe abbiamo ricordato così, avviando i lavori per la costituzione dell’Aula di Storia sulla Memoria e il Ricordo).

Cosa originò la Shoah se non l’esclusione del diverso, la colpevolizzazione dell’estraneo, la creazione di un capro espiatorio al quale addossare tutte le problematiche economiche e sociali di un Paese?

Così, dopo aver letto la favola de La Pietra e la Farfalla, dopo aver capito che, quale che sia il nostro modo d’essere, ognuno di noi è prezioso per l’altro, abbiamo continuato a riflettere sull’unicità di ciascuno proprio attraverso le poesie dei bambini di Terezin, cercando, attraverso delle attività di riflessione, di risalire al PERCHE’ di quello che è accaduto...Un…

View original post 49 altre parole

FAI FATICA A FAR SENTIRE LA TUA VOCE CON I TUOI COLLEGHI? PRIMO PASSO: CONSAPEVOLEZZA COMUNICATIVA.

Didattica persuasiva

imgID3741114

Fai fatica a far sentire la tua LA TUA VOCE  con i tuoi colleghi? Hai mai TACIUTO  CONSAPEVOLMENTE non esprimendo la tua opinione per PAURA DI ESSERE GIUDICATA? Ti è mai capitato di avere l’impressione che il tuo parere contasse poco o non contasse affatto? Con tutta probabilità non hai acquisito la capacità di essere ASSERTIVA.

Irritazione, confusione e senso di inadeguatezza  sono le tipiche sensazioni che proviamo quando un collega all’improvviso sminuisce il nostro lavoro davanti a tutti o ci critica aspramente. In un ambiente come il nostro, RICCO DI STRESS e con forti cariche emotive in gioco è facile essere vittime di pettegolezzi o di aggressioni più o meno celate, e quando questo avviene ci sentiamo pieni di rabbia e  di pensieri contrastanti.  Cosa potremmo fare per uscire subito da questa empasse che ci è piombata addosso? Come reagire e tornare subito a comunicare quando…

View original post 1.005 altre parole

Con quali soldi?

Spero proprio che ci si metta a riflettere sui risultati della situazione attuale!

Patuasia News

C’è nell’aria il faraonico progetto delle Funivie delle Cime Bianche, 530 chilometri di piste, intorno al Monte Rosa. Le funivie collegheranno Alagna Valsesia, passando per Gressoney e Ayas fino a Zermatt, attraverso le piste e gli impianti di Valtournenche e Cervinia. Il progetto è finanziato dall’Europa, ma chi sarà il finanziatore degli impianti? La società Monterosaski spa e chi c’è dietro alla società? La Regione. Leggo su Ansa VdA: “L’attuale dissesto finanziario della Monterosaski spa impone importanti riflessioni che potrebbero potenzialmente tradursi in dolorose scelte strutturali, doverose, seppur impopolari all’interno della stessa”. Mi chiedo come si possa anche solo ipotizzare un nuovo complesso sciistico e di queste proporzioni, se l’esistente è in grave dissesto economico. Le dolorose scelte strutturali altro non sono che i licenziamenti del personale. Dunque la Società è in crisi e licenzia e poi investe (soldi nostri) su un progetto senza le garanzie di poterlo mantenere? Non sono le dimensioni…

View original post 39 altre parole

“If not now, when?”: How a TEDx community supported a speaker’s family through the unthinkable

TED Blog

Laura-Rozo-at-TEDxUNC-quote“What makes you think that you have 80 or 90 years to live?”

Laura Rozo posed this serious and almost morbid question to the audience at TEDxUNC in February 2013. She walked onto the stage confidently and calmly, soaking in the applause as the final, surprise speaker of the day. She wore a red turtleneck with a patterned scarf, and her head was adorned with a new henna tattoo. In front of a silent crowd, she raised her arms in the air and breathed deeply to center herself. Then she began to tell her story — one so urgent and moving that the organizers of TEDxUNC made the last-minute decision to not just include her in the program, but to have her close it.

I should explain: Laura Rozo was my friend and classmate — a kind, energetic and passionate person. Whether organizing world dance showcases (salsa was her specialty)…

View original post 993 altre parole

Cleese Autobiography References MI Theory

Howard Gardner

John Cleese’s November 2014 autobiography So, Anyway… contains a short passage mentioning Howard Gardner’s theory of multiple intelligences.

A renowned British comedian, Cleese’s book describes his rise to stardom, from his days as a law student at Cambridge University in England to his meteoric success as a member of the famous comedy troupe Monty Python.

Discussing his time at university, Cleese muses about the definition of intelligence, agreeing with Gardner’s multiple intelligences theory that there exist various and independent intellectual capacities in the human brain. “Which helps me understand why I sometimes think I am quite bright and sometimes feel like a complete dolt,” says Cleese.

Read a review of Cleese’s book that also mentions MI theory via The Herald Scotland, or buy a copy of So, Anyway… on Amazon.

View original post

I racconti del lavoro invisibile. Un progetto storico-documentario, artistico, di riuso creativo delle immagini e delle parole

visioni dalla storia

disegno-dopo-e1398967239704

Comunicato a cura di Cristiana Scoppa, Associazione PER e Aurora Palandrani, Fondazione AAMOD

Cominciano il 29 gennaio, alla Casa internazionale delle donne, I racconti del lavoro invisibile, percorso multi-mediale di ricerca e rappresentazione della femminilizzazione del lavoro come paradigma che ha trasformato il modo di lavorare, le richieste – o le pretese? – del mercato del lavoro per tutti/e, in questi tempi precari. Perché cura, capacità di gestire le relazioni e risolvere problemi, spirito di sacrificio, gratuità, flessibilità, mobilità, multitasking – che sono oggi competenze richieste a tutte le persone, sia uomini che donne – sono storicamente caratteristiche proprie del cosiddetto “lavoro di cura”che le donne hanno sempre fornito – senza retribuzione – nella propria casa e per la propria famiglia. E che hanno portato nel mercato del lavoro, quando hanno cominciato a entrarvi in massa.

I Racconti del lavoro invisibile è un progetto promosso dall’Archivio audiovisivo del movimento operaio…

View original post 579 altre parole