Scrivere a mano

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

di Antonietta Casano

Spesso mi è capitato, durante viaggi di istruzione o uscite sul territorio di partecipare, con i miei ragazzi, a laboratori di “scrittura medioevale”. Nonostante l’uso del corsivo e la bella grafia di molti, scrivere alla maniera dei monaci non è un’impresa facile per nessuno: la pressione del pennino sulla carta che produce linee più o meno sottili, alzare e poggiare la punta, seguire la direzione delle linee… Certo si tratta di simulazioni, di “giochi” a far finta di…;  a nessuno verrebbe in mente di proporre, visto che si tratta di un’attività così lontana, l’abbandono della biro (che pure ha fatto perdere tante sfumature di manualità, basti pensare all’equilibrio della quantità di inchiostro da catturare nel pennino, alla pressione sulla carta, alla fermezza nell’uso della carta assorbente…) per recuperare l’uso del pennino, magari sulla pergamena. Ma non sono polemica perché le contrapposizioni troppo nette non mi piacciono, gli…

View original post 1.709 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...