Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

di Ornella Martini
D’accordo, si tratta di uno sfogo, ma ragionevole e ragionato, in compagnia di Morin, Enzesberger e Berardinelli, in un momento in cui s’intrecciano i miei ruoli di ricercatrice, di docente, di madre sul tema del rapporto tra curiosità e apprendimento, poesia nella cultura orale, gioco con le parole e poesia.
Sullo sfondo il film Il giovane favoloso, che non so se sia stato meno compreso o più ambiguamente frainteso da orde di studenti precettati per una visione diurna, e così influenzati dalle informazioni e dai pre-giudizi dei quali erano stati forniti preventivamente.

View original post