Stupirsi della matematica!

La scuola in soffitta

A me piacciono i libri che riescono a stupire e incantare i bambini, soprattutto se il tema è una materia come la matematica che non sempre viene presentata come uno spettacolo. Mi piace che un libro riesca a fare giocare, a suggerirei attività per riscoprire argomenti già studiati attraverso piccoli esperimenti. Per il consiglio del venerdì  vi suggerisco questo titolo: “ Mamma che numeri! Mirabolante pop-up sulla matematica ” di Jonathan Litton e Thomas Flintham (Editoriale Scienza).

View original post 140 altre parole

Profumo di social

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

di Roberto Maragliano

Ho letto, anzi divorato l’ebook Social media ed editoria, di Barbara Sgarzi, appena uscito. Se avete un qualche interesse non dico per il futuro, dico per il presente della lettura, consiglio vivamente di fare la stessa esperienza. Vi si parla, anzi vi si fa parlare (sono 21 brevi e ficcanti interviste con editori e autori) del rapporto fra libro e lettore.

Partiamo da qui, dal fatto che del libro sappiamo o presumiamo di sapere quasi tutto. Del lettore invece anche chi opera nel settore editoriale, e in quelli affini, generalmente sa ben poco. Perché? Perché lui non parla, come lettore, e se parla non ha modo di farsi sentire. È condannato ad esser niente più che un acquirente. Attenzione, però, gli ultimi verbi che avete letto andrebbero messi all’imperfetto. Oggi il lettore ha modo di farsi sentire e di spiegare perché è, o non è, un acquirente…

View original post 335 altre parole

Isola felice? NO, solo isola!

Non si può non essere d’accordo!

Patuasia News

Riceviamo dal signor François Burgay e volentieri pubblichiamo.

Si diceva che la Valle d’Aosta fosse un’ “isola felice”… Sulla felicità nutro qualche dubbio, visto il tasso di suicidi tra i più alti in Italia (CNEL, 2007), sull’isola invece sono sicuro. Siamo irraggiungibili quasi come Tristan de Cunha, l’isola più remota del Pianeta. Dopo l’annuncio sui tagli operati da Trenitalia che saranno operativi dal 2 marzo, la Valle d’Aosta sarà letteralmente isolata dal resto del mondo. Come cambierà la mobilità degli studenti universitari, dei turisti e dei cittadini che usano il treno per i loro spostamenti? Attualmente le corse dei treni Aosta-Ivrea-Torino nei giorni feriali sono 17, dal 2 Marzo, stando alla tabella pubblicata sul sito aostasera.it, saranno appena 7 in partenza alle 5:16, 6:26, 7:26, 11:32, 13:38, 15:26 e 17:26. Un discorso analogo si può fare per i treni in partenza da Torino. Di fronte a questo taglio mastodontico l’Assessore…

View original post 153 altre parole

Webinar: Leading a horse to water and making it drink!

Oxford University Press

Olha Madylus, a teacher and teacher trainer specialising in both primary and secondary education, introduces her upcoming webinar entitled ‘Leading a horse to water and making it drink‘ on 5th and 7th March, where she will explore ways to motivate students to read and enjoy doing so.

How do we motivate our students to read long texts in course books and how do we ensure that students understand and enjoy what they read?

To our students a long text in a course book can be very off-putting. Not only does the length put them off but it may contain a lot of vocabulary they are not acquainted with and the tasks they need to do, e.g. answer comprehension questions, may seem too difficult.

Using examples from the Insight series, my webinar on reading aims to address these issues by answering the following questions:

  1. What is reading?
  2. What…

View original post 192 altre parole

Territorio è Legalità: incontro con LIBERA Colleferro

Arringo

Si è svolto oggi l’incontro con LIBERA Colleferro, presidio di zona dell’associazione nazionale LIBERA, facente capo a Don Ciotti, sacerdote da sempre in prima linea nella lotta antimafia. All’incontro hanno partecipato le classi IA, IIIA e IIIB (le altre classi della secondaria prenderanno parte ad un secondo incontro).

Roberta e Eva hanno incontrato i ragazzi, presentando dapprima il loro presidio e l’associazione nazionale, infine l’impegno che da diversi anni LIBERA attua nella riconversione dei beni confiscati alla mafia in luoghi ed attività legali e apportatrici di bene (-essere) alla comunità. Sulla scia di Don Ciotti, molti giovani, infatti, da anni stanno contrastando la mentalità  distorta e malavitosa della mafia rigenerando luoghi e ambienti in nome della legalità. Eva e Roberta, da qualche tempo, infatti, sono volontarie nel campo di  Borgo Montello (LT), come tanti altri ragazzi dei campi che, d’estate (ma non solo) seguono i…

View original post 472 altre parole

La traduzione in collaborazione è stata completata – #loptis

Blog di Andreas Formiconi

Il 22 dicembre nel post Servizi di scrittura collaborativa e un primo progetto avevamo proposto l’idea di tradurre in collaborazione un articolo dall’inglese. L’idea consentiva di fare esercizio di editing in un wiki e allo stesso tempo di offrire materia di riflessione sull’aggiornamento professionale degli insegnanti in una modalità particolarmente coinvolgente.

L’articolo si intitola Expanding the zone of reflective capacity: taking separate journeys togetherEspandendo la zona di capacità riflessiva: unendo percorsi diversi. È apparso nel 2009 sulla rivista Networks – An Online Journal for Teacher Research.

Una settimana dopo, con il post Traducendo e collaborando…, abbiamo ripreso l’argomento per darci qualche regola, perché il lavoro era partito come una fiammata. Dopo un’altra settimana anche Claude è intervenuta, dando utili consigli sulle modalità di editing di un testo bilingue.

Poi il lavoro è andato sobbollendo grazie alla collaborazione di varie persone e alla cura continua…

View original post 282 altre parole

Grillo, Renzi e l’insopportabile presente

Notecellulari

Ecco come e perché ho deciso di Auto-Pubblicare

Vado stasera a spasso
con la dietrologia,
un seducente spasso
che il tempo porta via;
mi chiedo allor voltando
e rivoltando gabbane
se i senatori a strappo
dal Grillo già esodati
non siano invece l’omaggio,
pentastellato alquanto,
al giovine toscano
o premier da primato?
Lo so dietrologia sei tentatrice troppo!
eppure se pensi bene… è un po strano il malloppo.

View original post

Free Webinar: Online Learning and UDL…Plus Online Learning Award: Winner Attends ISTE

21 st Century Educational Technology and Learning

sigol post
Welcome to a new series of short posts. These posts will be short, timely, and will come between my weekly longer in-depth posts.  Please sign up for 21centuryedtech by email or RSS to follow all engaging posts and follow me on twitter (@mjgormans). Share post with others with  a retweet . Last,  check out how I can provide PD at your school or conference at my booking information page . Until the next post… enjoy!  – Michael Gorman (21centuryedtech)
You may not be aware that I am currently the president for ISTE’s SIGOL (Special Interest Group for Online Learning). For this reason I want to share with you some amazing opportunities that SIGOL is offering in the next week. First, Mindy Johnson from CAST will be providing a webinar on UDL (Universal Design For Learning). She has promised it will have a wonderful online twist…

View original post 384 altre parole

Alla ricerca di W, alla ricerca di noi stessi: Stefano Benni ci racconta il “caso oscuro” dell’Umanità

home l'adamo

IMG_8028

di Ilaria Piampiani

“Il sentimento più diffuso oggi è quello della perdita. Perdere il sentimento del tempo, perdere il lavoro, l’ozono, il sapore della frutta, il valore della verginità, la Primavera, la democrazia, le elezioni, (…).” -La misteriosa scomparsa di W- Stefano Benni

Cosa significa perdere? Cosa significa perdere qualcosa, perdere qualcuno?
Parlando in termini generali, la perdita può essere più o meno assimilabile alla malaugurata routine: smarrire un ombrello, le chiavi di casa, il cappello o una sciarpa, smarrire un guanto, un orecchino, un libro, il tanto essenziale smartphone.

View original post 982 altre parole

Breve storia sull’Editing Musicale o Audio Editing e i musicisti della mia generazione.

Molto interessante

Silvia Ida Eramo

Posso affermare con certezza, che tutti i musicisti del globo, appena son nati i registratori”casalinghi”,  hanno sempre, per necessità o per diletto, registrato i propri brani, le proprie improvvisazioni,  per poterli successivamente riascoltare ed eventualmente migliorare; questa mitica operazione ha depresso alcuni, rinunciando per sempre al”sogno del Musicista”; Registratore a cassette

Per altri invece è divenuto ottimo strumento di autocritica e  miglioramento.

C’è chi è diventato famoso, ha venduto milioni di dischi, grazie a ricche etichette discografiche, che mettevano a disposizione i migliori studi di registrazione, con  i migliori professionisti del campo. Alcuni musicisti invece, molto meno famosi, spinti dal desidero di realizzare un cd, si sono rivolti ai mitici fonici, che con super programmi di Editing, di computer costosissimi, mixer di ultima generazione (dell’epoca), facevano diventare intonati anche gli stonati!

Gli studi di registrazioni, famosi o meno famosi hanno fatto soldi fino agli anni 2000, ma poi, con l’avvento del Pc…

View original post 304 altre parole

1° Premio Patuasia-Artisanat

D’accordo con te per i tre premi. Creatività, innovazione devono entrare nei criteri di giudizio
Complimenti e grazie a Patuasia

Patuasia News

Il Primo Premio va al Maestro François Cerise. In questa Fiera di sant’Orso 2014 presenta una Deposizione che per intensità e forza espressiva ricorda la Crocifissione del pittore Grunewald. Non sto esagerando, con il grande fiammingo il nostro Cerise condivide la cruda espressività. L’indifferenza verso le proporzioni della figura umana che sono rese impossibili dalla comune drammaticità visionaria. La piccola Deposizione contiene in sé una carica emotiva sconcertante che va ben oltre le sue contenute misure. La scena si sviluppa su una linea convessa su cui campeggia la centralità della croce. Lo sguardo si concentra sul corpo abbandonato che viene come proiettato in avanti. Ai lati due uomini su scale accompagnano la discesa del Cristo tenendolo per mano. In basso la Vergine con altre donne si prepara ad accoglierlo. Le mani, poggiate su quel corpo corroso e deformato dal dolore anticipano l’abbraccio. Le lunghe e contorte e disarticolate braccia di…

View original post 124 altre parole