Partecipiamo

Partecipiamo

Valle Virtuosa

Annunci

The one rule in Jack Andraka’s basement laboratory—don’t burn the house down

TED Blog

A stark contrast on last night’s episode of 60 Minutes: veteran journalist Morley Safer, age 81, interviewing Jack Andraka, age 16, who has developed a promising new test for pancreatic cancer. [ted_talkteaser id=1787] In the segment, Andraka tells the story he told on the TED2013 stage, of how a family friend succumbing to this deadly disease triggered his curiosity in creating a test that would be cheap, non-invasive and an option for early detection. But the segment also gives us outsider’s perspective of Andraka, his family and his big idea to create this test that, if it makes it through clinical trials, could cost just pennies.

Anyone who saw Andraka’s talk will be fascinated to see this teenager’s lab, which is in the basement of his suburban Maryland home. The lab is, to put it kindly, a pigsty — and yet in it, Andraka and his brother, Luke…

View original post 254 altre parole

Vance Stevens representing Learning2gether at RSCON4: From teacher networked learning to transformation in your classroom

Learning2gether

Learning2gether Episode 183

Download mp3:
http://learning2getherdotnet.files.wordpress.com/2013/10/rscon4-room-189-vance-64k.mp3

SUNDAY Oct 13 1400 GMT – Learning2gether with Vance Stevens at RSCON4

From teacher networked learning to transformation in your classroom

http://www.futureofeducation.com/forum/topics/from-teacher-networked-learning-to-transformation-in-your

SESSION Recording: https://sas.elluminate.com/drtbl?sid=2008350&suid=D.A64368D61103B3CD06E349C40B570F

Vance is working on a writeup of his presentation at
http://advanceducation.blogspot.ae/2013/09/from-teacher-networked-learning-to.html

2013-10-15_0958essence

Preview YouTube discussion with two 1-hour mp3 recordings

Learning2gether held a 2 hour preview discussion of this topic

Electronic Village Online – Where teacher networking impacts student learning

http://learning2gether.net/2013/09/22/electronic-village-online-where-teacher-networking-impacts-student-learning/

The topic was conceived in response to this invitation …

Presenter’s certificate for Vance Stevens

2013-10-15_1014vsrscon4certificate

RSCON4 links

http://www.futureofeducation.com/page/2013-reform-symposium

http://clivesir.wordpress.com/2013/09/06/rscon4-october-11-13-2013/

Learning2gether attended the Reform Symposium e-Conference RSCON3 Sunday, July 31, 2011

There are two other Learning2gether postings from this weekend

2013-10-17_0829colussa

2013-10-19_1633nicetweets

View original post

Il rituale e il ritmo: interazione con la realtà aumentata, la poesia visiva e la narrazione per le strade dell’Aquila

RA iniziamo ad approfondire

Virtual Reality / Augmented Reality Goddess

poesia di strada in realtà aumentataGli strumenti di tipo “mobile” e le applicazioni riferite alla realtà aumentata possono esemplificare i punti di accesso per la navigazione in una città, per individuare diversi piani di realtà, per offrire differenti narrazioni della geografia urbana e per esplorare l’ambiente reale. 

View original post 92 altre parole

Open background of an AR experience

Virtual Reality / Augmented Reality Goddess

“Muri e divisioni” (“Walls and divisions”) is the title of the Macerata Opera Festival 2013. An edition completely devoted to the opera composer Giuseppe Verdi to celebrate the 200th anniversary of his birth. A call for artists was organized by Adam Accademia delle Arti, a local no-profit organization composed by 40 artists, to collect proper artworks for the exhibition. An augmented reality (AR) experience was planned to engage visitors with Verdi’s music, from Nabucco and Il Trovatore. The event exhibition “Muri e divisioni” took place from July 18th to September 29th 2013 in a Gallery called Palazzo Galeotti located in the city centre. To live the augmented reality performance, 7 auras were made. Two musical paths were created: one was based on “Dio di Giuda”, “S’appressan gl’istanti” and “Va pensiero” from Nabucco; another “Di quella pira”, “Tacea la notte placida”, “Terzetto Anima mia!” and “Stride la vampa” from Il Trovatore…

View original post 112 altre parole

La lezione con i regoli

Scrivi qui i tuoi pensieri… (opzionale)

LABADEC

Il bambino impara facendo, vedendo, manipolando, e la maestra lo sa.

Dunque ecco la lezione con i regoli, antichi come il mondo ma sempre attualissimi.

Siamo in una terza classe, l’anno è appena iniziato e occorre fare un bel ripasso di quello appreso l’anno prima.

I  bambini devono avere capito  il senso dell’aggiungere, del sottrarre, del moltiplicare e del dividere.

Se la maestra prende in mano cinque regoli di misura diversa  e poi chiede quanto faccia il totale, gli scolari comprendono che bisogna fare tanti più.

Se la maestra prende in mano  cinque regoli  ma che poi diventano meno  perchè tre sono stati rimessi nella scatola,  e la maestra chiede quanti regoli le sono rimasti in mano,  gli alunni capiscono che occorre operare con il meno.

Se la maestra prende in mano cinque regoli tutti uguali e chiede quale numero essi facciano,  si capisce che si tratta di una…

View original post 608 altre parole

TED News in Brief: Wired profiles Sugata Mitra, while Andrew Bird plays a concert for the National Parks

TED Blog

Over the past week, we’ve noticed a lot of TED-related news items in the ether. Here, some highlights:

A fascinating new article in Wired takes a look at 12-year-old Paloma Noyola Bueno, a schoolgirl in Mexico whose classroom got an intense shake-up from teacher Sergio Juárez Correa, with incredible results. So what inspired Correa to rethink how a classroom should run? Apparently, TED Prize winner Sugata Mitra (watch his talk on the School in the Cloud) and his bold idea that, given an encouraging atmosphere, kids are able to teach themselves incredibly advanced concepts.

Musician Andrew Bird (watch his TED Talk) hosted “The Quietest Show on Earth” last week at Joshua Tree National Park to support the National Parks Association. The show went on, even despite the US government shutdown.

As of today, the International Herald Tribune has become the International New York Times

View original post 324 altre parole

Project Based Learning and Flipped Classrooms: There Really is a Connection… Plus a Free Webinar

21 st Century Educational Technology and Learning

flippbl

Welcome to a post that is intended to show how two educational initiatives can compliment one another.  Also, be sure to check out an upcoming webinar that I will be moderating involving Flipped Learning at PBS Learning Media.  First, to ensure you do not miss one of these valuable posts or other resources covering PBL, Digital Curriculum, Web 2.0, STEM, 21st century learning, and technology integration, please sign up for 21centuryedtech by email or RSS.  As always,  I invite you to follow me on twitter (@mjgormans). Please give this post a retweet and pass it on. Have a great week – Michael Gorman (21centuryedtech)

Booking Info – Are you looking for a practical and affordable professional development workshop for your school or conference?  I have traveled the country delivering PD relating to technology integration, PBL, STEM, Digital Literacy, and the 4 C’s. I have done 100′s…

View original post 1.053 altre parole

#Verdi200

Virtual Reality / Augmented Reality Goddess

Today we celebrate 200-year birthday of Italian composer Giuseppe Verdi. He was born at Roncole di Busseto, in the Duchy of Parma, the 10th of October 1813, the son of Luigia Uttini, a spinner, and Carlo Verdi, landlord of an inn. He is generally considered Italy’s greatest opera composer. Verdi composed 28 operas, many of which contain arias that have made their ways into popular culture, as “La donna è mobile” from Rigoletto, “Libiamo ne’ lieti calici” (The Drinking Song) from La traviata, “Va, pensiero” (The Chorus of the Hebrew Slaves) from Nabucco, the “Coro degli zingari” from Il trovatore and the “Triumphal March” from Aida.

View original post 646 altre parole

Scrivere bene è un gioco da ragazzi

La scuola in soffitta

scrivere_beneIl libro che ho scelto per il consiglio di questo venerdì è una bella scoperta tra la novità di Feltrinelli Kids, un romanzo per ragazzi che spiega in forma di avventura, o meglio di videogioco, come imparare a scrivere bene: “Scrivere bene è un gioco da ragazzi” di Massimo Birattari.

Imparare a scrivere un testo corretto del punto di vista ortografico e sintattico, che sia anche chiaro e scorrevole, è una delle competenze che i bambini devono acquisire durante la scuola primaria. Molti testi sulla scrittura creativa sono dei manuali, l’originalità del libro di Birattari è nella forma, nel coinvolgimento della storia e nella proposta di suggerimenti utili non solo alla scrittura creativa in generale ma alle prove didattiche che i bambini effettivamente incontrano a scuola.

View original post 377 altre parole

Non solo luci #loptis

Blog di Andreas Formiconi

Clicca qui per scaricare una versione in pdf.


Un post che trascrivo dallo stesso che avevamo utilizzato nel cMOOC #ltis13. Per chi vuole frugare fra gli oltre 100 commenti fatti alla prima versione questo è il link .

Non solo luci

Non vi ho chiesto di iscrivervi a nulla, eccetto la compilazione di un modulo minimale per partecipare al laboratorio. Qui si vuole promuovere la conoscenza degli strumenti liberi, degli standard aperti. Si vogliono mostrare gli interstizi liberi, ignorati o disdegnati da erbivori confinati in recinti fatti di ignoranza, comodità e facilità. Ma quegli interstizi potrebbero facilmente prevalere, se solo venissero popolati, come il sacchetto che conquista la terza dimensione quando viene soffiato. La consapevolezza del valore della libertà è il fondamento della società civile. Libertà dal laccio teso dal mercante avido, dal controllo invasivo del potere ipocrita, dal comodo conformismo.

Operare negli interstizi del cyberspazio è possibile ma richiede…

View original post 2.432 altre parole

Migranti: una discussione sulla pagina Facebook

Arringo

Pubblico qui una discussione, a mio parere interessante, sulla questione dei migranti sviluppatasi sulla pagina Facebook di Arringo.

La discussione inizia all’alba della tragedia consumatasi al largo di Lampedusa, il 3 ottobre 2013. Sulla barca rovesciata, erano stipati 500 migranti: le ultime notizie dicono che il bilancio dei morti è salito a oltre 300 vittime. Tra di essi, anche diversi bambini.

A commento della tragedia, ricordo la lettura fatta coi ragazzi in classe, a partire da “Mare Nero”, un triste “romanzo” di migrazione di Gianni Paris.

La discussione prende avvio da una mia riflessione sulla questione migranti e ad interagire è Leonardo Bò, studente 25enne, che da diverso tempo segue il blog.

La pubblico qui, affinché non si stabilisca chi ha “ragione” e “torto” (cosa sono poi la “ragione” e il “torto”? Quale il loro valore conoscitivo?), ma perché possa arricchirsi di contributi, di riflessioni, per il bene di…

View original post 2.735 altre parole

Perchè leggere non è mai troppo!

SusyDiario

Grande novità su SusyDiario: il lettore di eBook online!

L’ultimo strumento pubblicato giusto oggi permette di caricare file nel formato standard Epub (versioni 2 e 3), il più diffuso per i testi liberi! Ed ovviamente permette di leggerli (o darli da leggere ai bambini).

Si adatta alle dimensioni dello schermo (quindi ottimo anche con table e smartphone!), si ridimensiona se cambiano (ad esempio girando il tablet), intuitivo nell’uso e – come tutti gli strumenti di SusyDiario – ricco di feedback per l’insegnante!

Non perdetevelo: ho precaricata 40 novelle di Handersen (traduzione originale del Carducci) e Pinocchio di Collodi nella versione originale rilasciata da Liber Liber ed inversione inglese (visto che SusyDiario è bilingue).

Ma se siete registrati potrete caricare a vostro piacimento nuovi eBook (nel rispetto del copyright mi raccomando!) e renderli pubbliciperchè possano essere usati anche da altri insegnanti,

Non solo le cose trovate sulla rete:…

View original post 36 altre parole

Noi che, in Italia, negli anni Sessanta c’eravamo.

Notecellulari

Come siamo stati noi negli anni Sessanta?
Prima che la tv fosse infelicemente ma volgarmente berlusconizzata, stato al quale mammaRai s’è prontamente adeguata deviando dal suo corso originario, i nostri grandi scrittori e registi hanno realizzato documentari su cui si fa attività di ricerca, oggi preziosi. Sto pensando a Soldati, a Zavattini, Gregoretti, Zatterin e molti altri. Per chi volesse davvero sapere come era l’Italia negli anni Sessanta, quella del cosiddetto boom economico, è importante accedere a qualcosa che superi lo stereotipo divulgato attualmente e secondo il quale si è vissuto al di sopra dei nostri mezzi ed ora si fanno pagare il conti alle nuove generazioni.
In seguito, dalla seconda metà degli anni Settanta, la tv è diventata solo fiction ed esibizionismo spesso non privo di violenze verbali e non, ma negli anni di cui parlo era, anche, qualità e documento di vita vissuta.
posto di seguito un esempio…

View original post 28 altre parole

Nobel per la letteratura 2013 a Alice Munro

Federico Batini

munro-42c93   Il Nobel assomiglia al Conclave, chi entra “papa” esce “cardinale”.  La frase sta ad indicare che chi è dato per favorito, a volte quasi certo/a assegnatario/a del Premio, spesso poi non viene premiato. L’edizione 2013 non costituisce un’eccezione.

Sentite qui la voce di questa fantastica scrittrice appena avuta la notizia del Nobel: clicca qui.

Assegnato il premio Nobel per la letteratura ad Alice Munro, scrittrice canadese.

Guarda qui le copertine dei libri che l’hanno resa famosa: clicca qui.

Alice Munro, nata il 10 luglio 1931 è una scrittrice canadese. Vincitrice per tre volte del Governor General’s Award, il più importante premio letterario canadese. Riconosciuta come maestra del racconto breve contemporaneo (come si legge nella motivazione dell’assegnazione del Nobel) i suoi racconti indagano le relazioni umane analizzate attraverso la lente della vita quotidiana. La Munro, sulla scia di Philip Roth (altro grandissimo autore che non ha ancora ricevuto…

View original post 396 altre parole

Skills Outlook 2013 (le competenze degli italiani) – Ocse e Comunità Europea – Ora Basta!

Da leggere e studiare con attenzione

Federico Batini

oecd

I peggiori nelle competenze linguistiche, quasi i peggiori (penultimi per un soffio “battuti” dalla Spagna che fa peggio di noi, di poco) nelle competenze nazionali. L’emergenza riguarda sia le sottocomponenti (coorti) anziane del campione italiano sia, e questo richiede un intervento immediato, le sottocomponenti (coorti) più giovani. Se i nostri laureati sono comparabili ai diplomati di altri paesi risulta chiaro come il problema si centri anche sulla didattica offerta dall’intero percorso di istruzione. Non meraviglia, infatti, il risultato disastroso di chi ha bassi livelli di istruzione (problema sul quale, ovviamente, occorre intervenire per innalzare il livello medio, la partecipazione, ridurre abbandono e dispersione), meraviglia invece perché le performances sono peggiori del previsto, la situazione delle persone diplomate e laureate.

Siamo di fronte a un’emergenza chiara: per gli anziani occorre pensare, visto l’allungamento medio della vita, a come maggiori competenze possano consentire di gestire in modo nettamente migliore la parte restante…

View original post 325 altre parole