D’estate

Notecellulari

Mi ritorna in mente l’estate di anni fa, quando ci si metteva sul balcone ad aspettare il venticello, quando le zanzare erano zanzare e non siluri terra-terra. quando il gelato… si usciva a prenderlo una volta a settimana, e quando i vicini non facevano rombare i condizionatori come la rampa di lancio dello space-shuttle (che a pensar bene hanno rottamato pure lui)
Mi ritornano in mente le estati, come quella che la tv in bianco e nero mandava le canzoni di Fred Buscaglione: guarda che luna, guarda che mare… e sul mare, ostinatamente contemplato, l’aria umida annebbiava anche la luna. Ma che mare.
L’estate, la sua calda presenza, mi porta molto lontano; la memoria viaggia senza cappotto e vola leggera

View original post

Pubblicato da soudaz

Mi piace fare bene ciò che faccio: tra il farlo bene e il farlo male si spende la stessa energia, per cui.... anche se l'errore mio fa parte integrante del mio apprendimento e miglioramento continuo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: