Notecellulari

GIUGNO 2013, in campagna

L’estate s’affaccia

tardiva tra gialle ginestra, e l’oliva

in pallidi fiori si mostra;

sui tralci, più verdi, c’è l’uva

rotonda che splende immatura.

La siepe, officina di insetti,

è un vento ronzante e incessante

brusio di creature al lavoro.

E’ vita che senza riposo

martella, trasforma e divora

gli istanti, le ore ed i giorni.

Produce altra vita il domani.

Le api accanite s’affannano

minuscole stakanoviste

tra fiori e alveare: instancabili.

Lo schermo riflette parole

di satrapi pigri e arroganti.

Italia, sei tu casa nostra?

View original post

Pubblicato da soudaz

Mi piace fare bene ciò che faccio: tra il farlo bene e il farlo male si spende la stessa energia, per cui.... anche se l'errore mio fa parte integrante del mio apprendimento e miglioramento continuo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: